Come utilizzare il miele in cucina

Il miele a tavola
Il miele è l'alimento naturale per eccellenza che viene utilizzato fin dai tempi antichi per diversi scopi in cucina.
Oggi l'uso del miele a tavola che hai fatto nella maggior parte dei casi è quello di dolcificare bevande, come latte, the o tisane. Rappresenta una scelta sana e ideale per chi preferisce un nutrimento genuino.
Il potere dolcificante del miele è, infatti, superiore quasi una volta e mezzo rispetto allo zucchero, per cui è necessaria una quantità minore.
È più basso anche il potete calorico ed è quindi indicato nelle diete dimagranti, perché oltre a non far ingrassare ritarda il senso di fame di metà mattinata. Il fruttosio contenuto nel miele è uno zucchero a rilascio lento, per cui la glicemia si abbassa più lentamente, ritardando il pasto o la merenda successivi.
Oltre a questo aspetto che riguarda un uso consueto del miele, questo prodotto ha trovato il suo posto anche per quanto riguarda i piatti salati, e non solo perché si ottiene un delizioso sapore agro-dolce o dolciastro, ma anche una migliore conservazione.

Ricette con il miele in cucina
Il miele è da sempre accostato anche nella cucina gourmet ai formaggi, come i caprini, quelli stagionati a pasta molle quali il brie e il tomino, ma anche il gorgonzola con le pere, di cui esalta il sapore in modo sublime.
Devi sapere che esistono almeno 300 tipi di miele diverso da poter scegliere, tra cui quello più dolce rappresentato dal miele d'acacia. Le altissime qualità organolettiche di questo prodotto si apprezzano al meglio, però, solo quando è biologico e senza l'aggiunta di nessun'altra sostanza, come l'amido di mais.
Il miele si mantiene per almeno 2 anni, quando è tenuto in un luogo fresco e asciutto e chiuso ermeticamente in un barattolo di vetro.
Il suo uso in cucina è molto apprezzato, per esempio, nella preparazione della carne, in particolare quella bianca di pollo.
Una ricetta tra le tante che si possono consigliare è il pollo rosolato in forno al miele.
Devi lasciare marinare le carni per circa un'ora in aceto, spezie, olio, sale e odori. Prima della cottura è bene irrorare la teglia con la marinata e quindi adagiare il pollo mettendolo in forno alla temperatura più alta. A metà cottura versa il miele a cascata, considerando la quantità di carne. Può bastare un cucchiaio per ogni pezzo e quindi lascia cuocere ancora per circa 15 minuti.
Il risultato è un pollo in agro dolce rosolato e gustosissimo, diverso dal solito, ma estremamente gratificante per il palato.
Gli abbinamenti del miele riguardano anche il pesce, come nel caso del salmone. Una ricetta ghiotta e per palati fini è quella dei tranci di questo pesce, impanati e cotti al forno.
Basta mescolare 2 cucchiai di miele con la stessa quantità di senape, creare un'emulsione e spalmarla sui tranci. A parte prepara una panatura con prezzemolo tritato e un pizzico di sale, quindi ricopri di quest'ultima i tranci e infornali a 180° per 10-12 minuti. Il risultato sarà un salmone con un gusto mai provato e decisamente invitante.
Il miele in cucina si sposa bene anche con la frutta, come mele, pere, pesche, banane.
In particolare sono diverse le ricette con le mele, con cui il miele crea un sapore dolciastro molto gradito anche ai bambini.
Una ricetta sfiziosa e molto semplice riguarda le sfoglie con mele, noci, cannella e miele.
Taglia a quadri una sfoglia e quindi adagia sul fondo le fette di mele tagliate sottili e ripassate nel miele.
Unisci quindi le noci tritate mescolate a una spruzzata di cannella e inforna per 20 minuti a 180°. Il risultato sarà non solo molto scenografico, perché il miele tende a caramellare e a rendere le mele di un colore ambrato, ma il sapore saprà di "antico" e genuino, per una merenda molto gradita. 

Comments

Leave your comment

* Required field

Captcha
navigation